Articles

Print

I SIMBOLI DEL TATUAGGIO GIAPPONESE


Mi sono proposto di spiegare il significato di alcuni soggetti del tatuaggio Giapponese, la cosa è difficile perchè essi sono una grande quantità ed i significati sono molti e misteriosi, e si intrecciano tra loro.

I temi del tatuaggio Giapponese vennero stabiliti dagli artisti tradizionali del tatuaggio nel periodo Edo formando un "canone" e da allora non si sono quasi mai modificati.

Quando descriverò i significati cercherò di citare le fonti più autorevoli che mi è possibile trovare su quell' argomento, perchè sul tatuaggio giapponese troppe persone hanno detto cose sbagliate o scorrette e il mio grande amore per quest'arte mi suggerisce di rendere partecipi tutti delle mie poche conoscenze acquisite studiando fonti autorevoli.

Descrivo i soggetti contenuti in questi volume.

I fiori: i fiori di ciliegio, le peonie, i crisantemi, fiori di loto.

Il fiore di ciliegio: è il fiore nazionale del Giappone, dotato di una bellezza elegante e sobria, fiorisce a primavera e dopo aver raggiunto in pochi giorni l'apice del suo splendore muore portato via dalla brezza primaverile.
Un perfetto riassunto della vanità di ogni cosa: gioventù e bellezza, fama e ricchezza.
Si dice che alcuni guerrieri si tatuassero questi fiori, quasi per sfidare la paura della morte in battaglia, coscienti di poter perdere la vita in ogni momento, ma anche alcune donne si tatuano la ninfa dei fiori di ciliegio come motivo ornamentale.

la peonia: la regina dei fiori, considerata  il massimo della bellezza floreale,  viene usato anche dagli uomini perchè è uno dei simboli delle carte del gioco 'Hana Fuda' che usavano gli Yakuza nel periodo Edo quando, prima di formare una associazione criminale, erano dei giocatori d'azzardo.

Il crisantemo, contrariamente all'uso occidentale,  non è legato alla morte, anzi in Asia è simbolo di longevità, perchè spunta in autunno e sfida i primi freddi, simbolo legato alle antiche tradizioni (una volta era l'emblema della casa imperiale) rappresenta forza e determinazione, .

Il fiore di loto rappresenta uno dei simboli della religione buddista, esso raccoglie il suo nutrimento dalla melma del fondo dello stagno per nutrirsi, sbocciare e diventare simbolo della purezza più profonda dell'essere umano.

Questi fiori non si possono inserire nello stesso tatuaggio o mescolare  tra di loro perchè ognuno indica una stagione precisa come il ciliegio in primavera o l'acero in autunno o un elemento come l'acqua per peonia crisantemo e loto.
Mescolarli o inserirli in un elemento che non gli appartiene sarebbe un errore, io stesso prima di saperlo ho fatto questi errori banali: carpe insieme a fiori di ciliegio, vari tipi di fiori mescolati tra di loro o in ambienti e stagioni che non sono appropriate.

Qui cito, riguardo alla simbologia dei fiori,  la prefazione ai libri sul tatuaggio Giapponese 'Ransho' e 'The Japanese Tattoo' scritta da Donald Ritchie, uno dei più grandi esperti viventi sulla cultura contemporanea Giapponese.
"Il fiore di ciliegio e la foglia d'acero, come molti altri motivi nell'iconografia del tatuaggio giapponese, provengono dalla Cina. La peonia simboleggiava originariamente salute e fortuna; in Giappone a questi significati se ne sono aggiunti altri: comparsa per la prima volta in un popolare gioco di carte, l'Hana-funa, l'immagine della peonia si è associata a quella dei giocatori d'azzardo del periodo Edo, seduti in circolo col tatuaggio bene in vista. Da allora è passata a suggerire l'audacia nel gioco e la dissolutezza maschile. Il crisantemo è al confronto un fiore familiare, le cui origini cinesi sono ormai dimenticate. Per lungo tempo è stato il simbolo della casa imperiale, senza che questo abbia in alcun modo influito sulla sua popolarità come tatuaggio. Fiore longevo e con riconosciute proprietà medicinali, si presta bene a simboleggiare qualità positive come la tenacia e la determinazione. Il fiore di ciliegio ha il significato simbolico più preciso: rappresenta tutto ciò che nella vita è evanescente e transitorio.
I suoi fiori appaiono in tutta la loro bellezza per un tempo brevissimo, un giorno o due, prima che vento o pioggia gualciscano e disperdano i petali: altrettanto breve e passeggera la durata della vita.
Si dice che i Samurai abbiano adottato come insegna il fiore di ciliegio a indicare la possibilità incombente della morte in battaglia.
Il valore simbolico del fiore di ciliegio ha quindi implicazioni semi-filosofiche, come accade per un altro popolarissimo motivo: quello della foglia d'acero. (Che simboleggia la stagione autunnale. nda)
Qualcosa di simile avviene per la rosa rossa in Occidente, che simboleggia amore indissolubile ed eterna fedeltà, sentimenti che trascendono la vita terrena. Il tipo di trascendenza a cui allude il fiore di ciliegio in Giappone è diverso: riguarda piuttosto il riconoscimento delle forze che governano il mondo e dell' evanescenza delle proprie. L'implicazione per un uomo che porta l'intricato motivo del fiore di ciliegio è di essere in accordo con la natura delle cose, per triste che possa essere; il suo corpo è fragile come i petali del fiore, ma così è la vita.
Portando questo simbolo si dimostra di accettare la fugacità della vita.
Non si può affermare che chi porta tatuato il fiore di ciliegio sia consapevole di questa complessità simbolica, ma associazioni del genere sono così diffuse nella cultura giapponese da essere parte della coscienza generale comune. Il fiore di ciliegio e la foglia d'acero sono tra i soggetti più diffusi nei tatuaggi floreali; si dice speso che sono stati scelti semplicemente perchè 'giusti'."



Carpe: le carpe che risalgono la cascata.

Le carpe normalmente non risalgono alcun chè, essi sono pesci di stagno e lì rimangono per tutta la durata della loro vita. Secondo un' antica leggenda Cinese però alle sorgenti del Fiume Giallo esiste una cascata dove migliaia di carpe si raccolgono alla sua base, e, contrariamente alla loro natura, fanno ogni sforzo possibile per risalirla superando ogni tipo di ostacolo. Il premio per quella che arriverà alla sommità è diventare un drago.
Horiyoshi 3° spiega nel libro 'Studying Horiyoshi 3°' che l'associazione con foglie d'acero viene usata in questo caso per descrivere la stagione in cui si pone tradizionalmente questa leggenda:  l'autunno.

Questo racconto venne spesso usato dai maestri buddisti per descrivere la difficoltà dell'illuminazione dell'essere umano.
Qui cito Nichiren Daishonin, grande Maestro Buddista vissuto in Giappone nel 13° secolo che già descrive questa leggenda in un suo scritto;

" In Cina vi è una cascata chiamata il cancello del Drago. Le sue acque precipitano da un'altezza di cento piedi, più rapide di una freccia scagliata da un forte arciere. Si dice che migliaia di carpe si raccolgano nel bacino sottostante sperando di risalire la cascata e che quella che riuscirà nell'impresa si tramuterà in un drago. Tuttavia, non una sola carpa su cento, su mille o anche su diecimila riesce a risalire la cascata, nemmeno dopo dieci o venti anni. Alcune sono trascinate via dalle forti correnti, altre cadono preda di aquile, falchi, nibbi e civette, e altre ancora vengono catturate, pescate o perfino colpite con frecce dai pescatori che si allineano su entrambe le rive della larga cascata.
Tale è la difficoltà per una carpa di diventare un drago."------"Raggiungere la Buddità non è affatto più facile che per gli uomini di basso rango accedere ai circoli di corte o per una carpa risalire il Cancello del Drago"

Riguardo alla simbologia della carpa cito ancora il saggio di Ritchie:
" Di origine Cinese la carpa (col drago) sono stati completamente assimilati nella cultura figurativa giapponese con significati precisi. Alla carpa vengono riconosciute molte qualità. Si dice che risalga coraggiosamente le cascate, e, se presa rimanga sul tagliere aspettando il coltello senza un fremito. Questo stoico pesce esibisce così tante qualità mascoline che è stato giustamente scelto come simbolo del  Tango no sekku, il giorno dei ragazzi (in cui ai ragazzi vengono fatte  conoscere le tradizioni del loro paese augurandosi che possano crescere forti e contribuire alla prosperità del paese. nda ) in cui in tutto il giappone bandiere a forma di carpa garriscono al vento esibendo molte di quelle qualità per cui il pesce è celebrato.
Nei motivi dei tatuaggi, il disegno di carpa preferito è il pesce che risale una cascata. Dal momento che è un disegno verticale, è particolarmente adatto per la schiena, sebbene appaia alcune volte su braccia o cosce. Il suo significato è primordiale: chi lo porta è, o vuol essere, così coraggioso, così risoluto, così tenace"

| + - | RTL - LTR
Copyright - 2011 Florence Tattoo Convention. Email: info@florencetattooconvention.com